Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Patologia clinica e medicina trasfusionale - D.M. 270/04 - 2019/2020 (Canale C)

Oggetto:

Clinical Pathology

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
MED3035C
Docente
Prof. Simone Baldovino (Docente Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
[f070-c701] INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
Anno
1° anno
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
1
SSD attività didattica
MED/05 - patologia clinica
Erogazione
Mista
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Scritto ed orale
Tipologia unità didattica
modulo
Corso integrato
Patologia e diagnostica di laboratorio (Canale C) - D.M. 270/04 - 2019/2020 (MED3035)
Prerequisiti
Si richiedono conoscenze di biochimica, di istologia e di anatomia
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

  1. Acquisire le conoscenze necessarie per l’interpretazione clinica di un test;
  2. Acquisire le conoscenze necessarie per una corretta raccolta dei campioni da inviare al laboratorio analisi;
  3. Acquisire le conoscenze necessarie ad interpretare i principali esami effettuati in laboratorio di analisi;
  4. Conoscere i principali valori di allarme dei test di laboratorio;
  5. Acquisire le conoscenze necessarie per effettuare una trasfusione di un emocomponente in sicurezza e per riconoscere le principali reazioni avverse acute e croniche.
Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Alla fine del corso lo studente dovrà essere in grado di:

  • Prelevare correttamente un campione di sangue periferico o un campione di urine da catetere; 
  • Informare correttamente il paziente su come raccogliere un campione di urine e sulle precauzioni da seguire prima di un prelievo di sangue periferico;
  • Informare il paziente sull’effetuazione di una biopsia osteomidollare;
  • Gestire correttamente un campione di sangue o di urine per l’invio al laboratorio di analisi;
  • Interpretare i principali esami di laboratorio;
  • Riconoscere i principali valori di allarme ed informare prontamente il personale medico;
  • Richiedere delle emazie concentrate, del plasma o delle piastrine e monitorare una trasfusione riconoscendo prontamente le possibilo reazioni trasfusionali.
Oggetto:

Programma

    1. Le principali cause di variabilità biologica ed analitica
    2. sensibilità, specificità e valore predittivo di un test
    3. Valori normali, limiti decisionali e valori d'allarme

    1. Il campione di sangue periferico
    2. rincipali tipi di provette utilizzate nella raccolta di sangue periferico: 
      • differenza fra provette e senza anticoagulante 
      • differenza fra sangue intero, plasma e siero
    3. biopsia ed aspirato midollare
    4. raccolta di un campione di urine
      • urine da mitto intermedio
      • urine per urocultura
      • urine delle 24 ore

    1. Introduzione alla coagulazione: 
      • fase vaso-piastrinica, fase plasmatica, lisi del coagulo
      • differenza fra antiaggreganti piastrinici e anticoagulanti orali
      • principali anticoagulanti endogeni
    2. valutazione clinica delle principali patologie a rischio emorragico: differenziazione fra le patologie vaso-piastriniche e le patologie della cascata plasmatica
    3. principali test per la valutazione della fase vascolo-piastrinica: emocromo e conta piastrinica con EDTA e con citrato, test di sanguinamento (o test di Ivy), test di aggregazione piastrinica
    4. principali test per la valutazione della fase plasmatica: PT (ed INR), PTT
      • Principali cause di alterazione del PT
      • Principali cause di alterazione del PTT

    1. Cenni di fisiologia dell’emopoiesi
      • Ruolo del midollo osseo
      • Principali cellule del sangue
      • Ruolo dell’eritropoietina nell’emopoiesi
    2. Principali parametri dell’emocromo
      • Conta leucocitaria e formula leucocitaria
      • Conta piastrinica
      • Parametri eritrocitari
        • Conta eritrocitaria
        • Concentrazione di emoglobina
        • MCV
        • Ematocrito
        • MCHC ed MCH
        • Conta reticolocitaria
    3. Come si effettuano una biopsia osteomidollare ed un aspirato midollare
    4. Classificazione delle anemie
      • Anemie microcitiche
        • Anemia sideropenica e valutazione dell’assetto marziale
        • Anemia da talassemia alfa e beta
        • Anemia da malattia infiammatoria cronica
      • Anemie normocitiche
        • Anemie emolitiche
        • Anemie postemorragiche
        • Anemia da insufficienza renale cronica
      • Anemie megaloblastiche
        • Anemie da carenza di folato
        • Anemie da carenza di vitamina B12
        • Anemia perniciosa
      • Principali anomalie della formula leucocitaria
        • Linfocitosi e linfopenia
        • Neutrocitosi e neutropenia
        • Eosinofilia

    1. Campioni su cui si effettua la valutazione del quadro proteico elettroforetico
    2. Cenni sull’esecuzione del quadro proteico elettroforetico
    3. Valutazione del quadro proteico elettroforetico
    4. Interpretazione delle principali anomalie valutabili al quadro proteico elettroforetico: cirrosi, sindrome nefrosica, infiammazione acuta e cronica, gammopatie monoclonali

    1. Proteine di fase acuta positiva: PCR, fibrinogeno, SAA, ferritina
    2. Proteine di fase acuta negativa: albumina, transferrina
    3. Velocità di Eritrosedimentazione

    1. Valutazione della funzione renale 
      • Creatinina
      • Urea
      • Clearance
    2. Sindrome nefrosica, sindrome nefritica, insufficienza renale acuta e cronica

    Esame delle orine

    1. Esame chimico-fisico delle urine
    2. Valutazione del sedimento orinario

    1. Principali cause e manifestazioni cliniche dell’ipo e dell’ipersodiemia
    2. Principali cause e manifestazioni cliniche dell’ ipo e dell’iperpotassiemia

    1. Marcatori di necrosi epatica: ALT, AST, LDH
    2. Marcatori di funzione epatica: albuminemia, PT, PTT, pseudocolinesterasi
    3. Marcatori di colestasi: ALP, GGT, sali biliari, bilirubina
    4. Gli itter
      • Metabolismo della bilirubina
      • Ittero emolitico
      • Ittero epatocellulare
      • Ittero colestatico

    1. Cenni sull’organizzazione di un servizio di raccolta di sangue
      • Raccolta di sangue intero e mediante aferesi
      • Descrizione dei principali emocomponenti, dei loro utilizzi e dei tempi e modi di stoccaggio:
        • sangue intero da autodonazione
        • emazie concentrate
        • plasma e crioprecipitato
        • piastrine
      • Test effettuati sul donatore
      • Gruppo e ricerca di anticorpi
      • Ricerca dei contaminanti virali
    2. Richiesta degli emocomponenti al centro trasfusionale
      • Valutazione dei principali gruppi sanguigni
      • ABO: gruppi glicidici e anticorpi naturali
      • Rh: gruppi proteici e malattia emolitica del neonato
    3. Principali complicazioni acute e croniche della trasfusione
      • Reazioni emolitiche acute
      • Reazioni febbrili non emolitiche
      • TRALI 
      • Sepsi da contaminazione batterica
      • Sovraccarico acuto di volume
      • Graft versus host diseases
      • Sovraccarico di ferro
      • Sviluppo di anticorpi anti emazie

     

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame sarà composto da una parte scritta (quiz) e da una parte orale, secondo quanto comunicato dal coordinatore del corso.

Le modalità di esame sono analoghe a quelle degli altri moduli del corso integrato. Le domande di Patologia Clinica contengono una sola possibile risposta corretta.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Non esistono testi di medicina di laboratorio con un “taglio” infermieristico tradotti in italiano. Le conoscenze necessarie ad affrontare l’esame e per le attività professionali potranno essere raggiunte seguendo le lezioni e usando il materiale messo a disposizione sul sito.

Oggetto:

Note

METODI DIDATTICI

Durante il corso verranno adottate le seguenti forme didattiche:

  • Lezioni frontali;
  • Didattica a piccoli gruppi
Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 13/06/2019 12:13
Location: https://medtriennalito.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!