Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Infermieristica clinica nella criticità vitale (Canale A) - D.M. 270/04 - 2018/2019

Oggetto:

Clinical nursing in critical vital

Oggetto:

Anno accademico 2018/2019

Codice dell'attività didattica
SSP0379
Docenti
Dr. Daniele MARCHISIO (Docente Responsabile del Corso Integrato)
Prof. Carlo Albera (Docente Titolare dell'insegnamento)
Prof. Giuseppe MONTRUCCHIO (Docente Titolare dell'insegnamento)
Prof. Luca Brazzi (Docente Titolare dell'insegnamento)
Corso di studi
[f070-c701] INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
Anno
2° anno
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
6
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Obbligatoria
Tipologia d'esame
Scritto ed orale
Prerequisiti
NESSUNO
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

Al termine del corso lo studente deve essere in grado di:

Descrivere i concetti principali relativi all’epidemiologia (fattori di rischio), patogenesi  e presentazione clinica delle principali patologie acute nelle situazioni critiche.

Descrivere gli elementi basilari di farmacologia relativi alle principali patologie acute nelle situazioni critiche.

Utilizzare le conoscenze sopracitate per un’analisi ragionata dell’approccio infermieristico al paziente in area critica.

Descrivere il corretto trattamento del paziente politraumatizzato, secondo linee guida internazionali.

Descrivere le tecniche di immobilizzazione, mobilizzazione atraumatica e trasporto.

Descrivere le principali patologie acute dei visceri addominali (eziologia, fisiopatologia, diagnosi e trattamento).

Descrivere la gestione e trattamento dell’ACC (arresto cardiocircolatorio) e del Post ACC secondo linee guida internazionali.

Descrivere i principi d’interpretazione degli esami ematochimici d’urgenza, emogasanalisi, ECG.

Descrivere le tecniche di monitoraggio invasivo e non-invasivo.

Descrivere la gestione della ventilazione invasiva e non invasiva.

Descrivere la triade cardiovascolare e la gestione del paziente ipoperfuso.

Descrivere la gestione delle vie aeree con tecniche di base ed avanzate.

Descrivere la gestione ed il trattamento delle principali insufficienze d’organo.

Descrivere i principali modelli organizzativi della catena del soccorso e del servizio di emergenza territoriale 118.

Descrivere il triage intra ed extra-ospedaliero.

METODI DIDATTICI

Lezioni frontali

Esercitazioni su casi clinici simulati anche a piccoli gruppi

Esercitazioni di pianificazione assistenziale su casi, a piccoli gruppi

Esercitazioni pratiche in situazioni simulate

Seminari multidisciplinari su argomenti specifici

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Conoscenza e comprensione

- scienze biomediche per la comprensione dei processi fisiologici e patologici connessi allo stato di salute e malattia delle persone nelle diverse età della vita;

- scienze infermieristiche generali e cliniche per la comprensione dei campi di intervento dell’infermieristica, del metodo clinico che guida un approccio efficace all’assistenza, delle tecniche operative di intervento e delle evidenze che guidano la presa di decisioni

 

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

 - integrare le conoscenze le abilità e le attitudini dell’assistenza per erogare una cura infermieristica sicura, efficace e basata sulle evidenze;

- utilizzare un corpo di conoscenze teoriche derivanti dal Nursing, dalle scienze biologiche comportamentali e sociali e da altre discipline per riconoscere i bisogni delle persone assistite nelle varie età e stadi di sviluppo nelle diverse fasi della vita;

- integrare le conoscenze infermieristiche teoriche e pratiche con le scienze biologiche , psicologiche, socio culturali e umanistiche utili per comprendere gli individui di tutte le età, gruppi e comunità;

 - erogare un’assistenza infermieristica sicura e basata sulle evidenze per aggiungere i risultati di salute o uno stato di compenso dell’assistito;

- condurre una valutazione completa e sistematica dei bisogni di assistenza del singolo individuo;

- utilizzare tecniche di valutazione per raccogliere dati in modo accurato sui principali problemi di salute degli assistiti;

- analizzare e interpretare in modo accurato i dati raccolti mediante l’accertamento dell’assistito;

- pianificare l’erogazione dell’assistenza infermieristica in collaborazione con gli utenti e con il team di cura interdisciplinare;

- valutare i progressi delle cure in collaborazione con il team interdisciplinare;

- gestire una varietà di attività che sono richieste per erogare l’assistenza infermieristica ai pazienti in diversi contesti di cura sia ospedalieri che territoriali e residenziali.

 

Autonomia di giudizio

- assumere decisioni assistenziali

- decidere priorità su gruppi di pazienti

- decidere gli interventi assistenziali e personalizzati sulla base delle variabili cliniche, psicosociali e culturali

- valutare criticamente gli esiti delle decisioni assistenziali assunte sulla base degli outcomes del paziente e degli standard assistenziali

- assumere decisioni attraverso un approccio scientifico di risoluzione dei problemi del paziente

 

Abilità comunicative

- utilizzare abilità di comunicazione appropriate con gli utenti di tutte le età e con le loro famiglie all'interno del processo assistenziale e/o con altri professionisti sanitari in forma appropriata verbale, non verbale e scritta

 

Capacità di apprendimento

 

- sviluppare abilità di studio indipendente

 

- dimostrare la capacità di coltivare i dubbi e tollerare le incertezze derivanti dallo studio e dall'attività pratica ponendosi interrogativi adatti e pertinenti per risolverli

 

- dimostrare la capacità di ricercare con continuità le opportunità di autoapprendimento

 

- dimostrare capacità di autovalutazione delle proprie competenze e delineare i propri bisogni di sviluppo e apprendimento

- dimostrare capacità e autonomia nel cercare le informazioni necessarie per risolvere problemi o incertezze della pratica professionale, selezionando criticamente fonti secondarie e primarie di evidenze di ricerca

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’esame deve essere unico, non si possono fare quattro esami distinti e separati. L'esame è una prova unica con il contributo dei quattro insegnamenti.
L'esame è scritto composto da 60 domande con risposta a scelta multipla. Ogni insegnamento ha un numero di domande in base al CFU: Infermieristica urgenza e intensiva e anestesia/rianimazione 20 domande, medicina d'urgenza e pneumologia 10 domande.

Lo studente deve rispondere giusto almeno a 46 domande, per avere la sufficienza ed essere promosso.
Con 46 domande giuste lo studente prende 18; con 58 e 59 domande giuste lo studente prende 30; con 60 domande giuste lo studente prende 30 lode.

Tra il 46 e 60 domande giuste ci sono tutti i voti intermedi.

Per chi è sufficiente all'esame scritto, lo studente ha la possibilità di fare l'orale che può migliorare o peggiorare il voto dello scritto o essere bocciato se la commissione lo ritiene opportuno.

Sistema di votazione:

60 giuste 30/30 e lode

59 giuste 30/30

58 giuste 30/30

57 giuste 29/30

56 giuste 28/30

55 giuste 27/30

54 giuste 26/30

53 giuste 25/30

52 giuste 24/30

51 giuste 23/30

50 giuste 22/30

49 giuste 21/30

48 giuste 20/30

47 giuste 19/30

46 giuste 18/30

Da 45 domande giuste in giù è insufficiente.

Oggetto:

Programma

Il paziente critico: definizione e percorso.

I concetti di emergenza, urgenza e area critica.

L’emergenza intraospedaliera: il RRS.

Il sistema di emergenza territoriale: finalità, organizzazione, tipologia dei servizi e loro caratteristiche.

Il triage intraospedaliero ed extraospedaliero.

La valutazione del paziente a rischio e del paziente in arresto cardio-circolatorio con metodi previsti dalle linee guida internazionali.

La rianimazione cardiorespiratoria di base e avanzata.

La gestione delle vie aeree con tecniche di base ed avanzate, con particolare riferimento all’intubazione endotracheale.

Gli approcci vascolari in situazioni d’urgenza, la gestione degli accessi venosi, arteriosi, intraossei e delle principali terapie farmacologiche.

L’ipotermia terapeutica nel post arresto cardiaco: indicazioni, metodi e assistenza infermieristica.

Il paziente ipoperfuso e la triade cardiovascolare: problemi di pompa, volume e frequenza.

Cenni sul monitoraggio emodinamico: PAC, PVC, VIGILEO, PICCO, SWAN GANZ E IABP.

Il paziente politraumatizzato: valutazione, assistenza e trattamento extraospedaliero ed intraospedaliero (trauma cranico, trauma scheletrico, trauma addominale, ferite, fratture, amputazioni e ustioni).

Elementi di pronto soccorso nei casi di traumatismi minori.

I mezzi di immobilizzazione e mobilizzazione atraumatica del paziente traumatizzato.

Identificazione e gestione delle seguenti affezioni: shock, sepsi, intossicazioni, coma, diagnosi di morte cerebrale e sindrome post-rianimatoria.

L’interpretazione dei principali esami di laboratorio in urgenza e quadri emogasanalitici.

Sedazione, anestesia generale, anestesia loco-regionale: monitoraggio, tecniche e farmaci.

La gestione del dolore acuto nell’emergenza e nel post-operatorio.

La nutrizione artificiale nel paziente critico: parenterale ed enterale.

L’insufficienza respiratoria: fisiologia, gestione delle vie aeree, utilizzo dell’ossigeno, ventilazione meccanica invasiva, non invasiva e CPAP.

ARDS, COPD.

L’assistenza infermieristica nella ventilazione non invasiva e invasiva.

Il pneumotorace spontaneo.

La sincope.

Il dolore toracico.

La crisi ipertensiva.

L’edema polmonare

L’embolia polmonare

L’aneurisma dell’aorta e la dissecazione dell’aorta.

La sindrome coronarica acuta: diagnosi e trattamento interventistico.

Le aritmie (tachicardie e bradicardie).

Il trattamento non farmacologico delle principali aritmie con impianto di device.

Lo scompenso cardiaco acuto.

L’ìnsufficienza renale acuta: fisiopatologia e tecniche di sostituzione.

L’anafilassi e le reazioni trasfusionali.

La crisi ipoglicemica.

L’insufficienza epatica acuta.

La pancreatite acuta.

La colangite acuta.

L’ulcera gastrica emorragica.

Le tireotossicosi e l’insufficienza cortico surrenalica.

La CIDe l’anemia emolitica.

L’ischemia cerebrale acuta ed emorragia cerebrale.

Le problematiche etiche riguardanti l’area critica.

L’informazione, la comunicazione, la relazione con il paziente critico e con i suoi familiari.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Adduci A. Manuale PHTLS.Settima edizione. American college of surgeons: Elsevier; 2011

American Heart Association, Manuale ACLS, Masson, Mulino 2010 

Brunner Suddarth. Nursing Medico Chirurgico volume 1 e 2. Seconda edizione italiana. Milano: Casa Editrice Ambrosiana; 2005.

Casagranda I., Guariglia A., Sbrojavacca R., Tarantino M. Acqua, sale – Acidi e basi. Edizioni medico scientifiche; 2004.

Diejenbrack NH, Guida pratica in area critica. Mc Graw Hill 2000

Ferrari AM, Barletta C, Medicina di Emergenza Urgenza, Elsevier Masson, 2011

Fontanella JM, Carli P, Lareng L, Nemitz B, Petit P, I materiali e le tecniche di rianimazione pre-ospedaliera. Ablet Edizioni, Città di Castello 1995

Gentili A,  Nastari M,Rigon LA, Silvestri C, Tanganelli P, Il paziente critico C.E.A. 1999

Grant HD, Murray, Bergeron JD. Pronto soccorso e interventi d’emergenza. Mc Graw Hill, Milano 2001

Manuale ALS Advanced Life Support – Linee guida ERC 2010. Terza edizione italiana. Bologna: IRC Edizioni; 2010

Manuale ATCN – Advanced Trauma Care for Nurses – society of Trauma Nurses – 2003 Edition, Italian edition

Manuale ATLS - Advanced Trauma Life Support. Settima edizione italiana. AmericanCollegeofSurgeons Committeeon trauma; 2005

Manuale BLSD Basic Life Support and Defibrillation – Linee guida IRC – ERC 2010. Seconda edizione italiana. Bologna: IRC Edizioni; 2011

Manuale PBLSD (Pediatric Basic life support Early Defibrillation) – Italian Resuscitation Council MUP – Editrice Masson

ManualePTCPreHospitalTrauma Care. Bologna: IRC Edizioni; 2007

Marino Paul L. The ICU Book - Terapia intensiva.Terza edizione. Milano: Elsevier Masson; 2008

Miceli D., Tzzi Q., Di Giulio P., Sabbadin L. Manuale di cardionursing.Torino:Centro scientifico editore;2005

National Association of Emergency Medical Technician. Commite on trauma of the American

Owen A, Il monitoraggio in area critica, 2ed. Mc Graw Hill 1998

Ranieri M, Elementi di anestesiologia e terapia intensiva, Edizioni Medico Scientifiche, 2007

Tintinalli J. Emergency Medicine: A comprehensive study guide. Settima Edizione. Stati Uniti: Mc Graw-Hill; 2010.

Torri G, Calderini E. Ventilazione artificiale meccanica. Antonio Delfino Editore – medicina-scienze; 2008.

Ullrich L, Lamers-Abdella A, Procedure infermieristiche in terapia intensiva. Masson 1999

Oggetto:

Moduli didattici

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 22/03/2018 14:27
Location: https://medtriennalito.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!